Quantum redactiones paginae "Andreas Baccius" differant

1 270 octeti amoti ,  4 years ago
Summarium vacuum
m (Addbot 2 nexus intervicos removet, quod nunc apud Vicidatam cum tessera d:q1239049 sunt)
{{Capsa hominis Vicidata}}
'''Andreas Baccius''' (''Andrea Bacci''; [[1524]]-[[1600]]) fuit scriptor [[Italia|Italicus]] de rebus scientificis et praecipue de [[vinum|vino]].
<!-- |Nome = Andrea
|Cognome = Bacci
|Sesso = M
|LuogoNascita = Sant'Elpidio a Mare
|GiornoMeseNascita =
|AnnoNascita = 1524
|LuogoMorte = Roma
|GiornoMeseMorte = 25 ottobre
|AnnoMorte = 1600
|Attività = filosofo
|Epoca = 1500
|Attività2 = medico
|Attività3 = scrittore
|Nazionalità = italiano
|PostNazionalità = , autodefinitosi ''Andrea Baccius Philosophus, Medicus Elpidianus et Civis Romanus''
Il Bacci studiò a [[Matelica]] presso Gian Paolo Perriberti per trasferirsi a [[Siena]] ed infine a Roma protetto dall'[[archiatra]] di [[papa Pio V]] Modestino Cassini, anch'egli elpidiense. Terminati gli studi iniziò a svolgere l'attività medica a [[Serra San Quirico]], per tornare già nel [[1552]] a [[Roma]] grazie alla protezione del cardinale [[Ascanio Colonna]].
 
Del [[1558]] è lo scritto ''Sul [[Tevere]]'', mentre del [[1571]] il ''De Thermis'', libro sulle [[acqua|acque]], sulla loro storia e sulle loro qualità terapeutiche; opera accolta con entusiasmo dalla società scientifica papalina e più volte ristampata.
 
Nel [[1567]] conquistò la cattedra di [[Botanica]] presso l'[[università La Sapienza]]; mentre nel [[1576]] ottenne l'iscrizione all'albo dei cittadini romani; infine nel [[1586]] [[papa Sisto V]] lo nominò archiatra pontificio.
 
Di questi anni sono: -->
 
== Opera ==
Usor anonymus